Un tour della nuova sede centrale di Vibia attraverso gli occhi degli studenti di lighting design

9 luglio, 2019

La scorsa primavera Vibia ha inaugurato a Gavà (Barcellona) il nuovo centro destinato a fungere sia da ufficio del marchio che da punto d’incontro per visitatori e designer. Al tempo stesso showroom, fabbrica e sede centrale, l’ampio spazio accoglie regolarmente un gran numero di ospiti. Tra gli ultimi visitatori, un gruppo di studenti di master iscritti al programma di Design di illuminazione architettonica presso la UPC, School of Professional & Executive Development: Barcelona. Gli studenti hanno visitato la sede in compagnia della direttrice del loro programma di master, la famosa lighting designer Maria Guell, condividendo le loro impressioni e commentando i progetti di illuminazione preferiti.

Alexis Fuentes, di Puyo, Ecuador, è stato colpito dalla generale “luce spaziale”, e tra le soluzioni che più gli sono rimaste impresse ha citato Meridiano di Meritxell Vidal e Jordi Vilardell; Break di Xuclà & Alemany; e Algorithm di Toan Nguyen.

 

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - alexisf

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - alexisf

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - alexisf_88© Alexis Fuentes

 

Alejandra Kuri, di Monterrey, Messico, ha detto che lo showroom “rivela l’essenza di Vibia grazie a uno spazio fluido ed esclusivo, con precisi accenti di luce che catturano l’attenzione del visitatore”. In cima alla sua classifica personale ci sono le lampade a sospensione Guise e Origami, disegnate rispettivamente da Stefan Diez e Ramón Esteve.

 

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - alekurig

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - alekurig

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - alekurig© Alejandra Kuri

 

Celeste Mazzucco, studentessa di Córdoba, Argentina, ha descritto lo spazio come “senza inizio e senza fine”. È rimasta particolarmente colpita dalla lampada a sospensione Guise di Diez.

 

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - Celestemazzucco

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - Celestemazzucco© Celeste Mazzucco

 

Anche Estefi Marti di Barcellona ha eletto Guise come suo design preferito. Ha definito il tour della sede come un “incontro con la luce”.

 

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - emartif© Estefi Martí

 

La studentessa María Isabel Ceballos, di Quito, Ecuador, ha poeticamente riassunto così le sue impressioni sullo spazio: “Una lampada e la magia della luce”. Tra i suoi design preferiti ha indicato Algorithm e gli apparecchi Rhythm e Wireflow di Arik Levy.

 

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - cevallos

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - cevallos

Vibia - Stories - Gava - The Terrace - cevallos© Marí­a Isabel Cevallos

 

Juan Felipe Ortiz, originario di Bucaramanga, Colombia, ha descritto la sede come “uno spazio che illumina la creatività”. Ortiz ha segnalato Musa di Note Design Studio e Duo di Ramos & Bassols tra le lampade di spicco.

 

Vibia - Stories - Gava - Terrace - Arq-juanfortiz

Vibia - Stories - Gava - Terrace - Arq-juanfortiz© Juan Felipe Ortiz

 

Definendo la sede di Vibia “un luogo caldo e innovativo”, Ricardo Fonseca di Quito ha dichiarato che le lampade a sospensione Algorithm e Palma di Antoni Arola sono le sue preferite.

 

Vibia - Stories - Gava - Terrace - rickyfon13

Vibia - Stories - Gava - Terrace - rickyfon13

Vibia - Stories - Gava - Terrace - rickyfon13© Ricardo Fonseca