Tendenze 2018: la prospettiva di una designer di Filadelfia

6 marzo, 2018

Ogni anno nuovi colori, modelli e sistemi per lo sviluppo sostenibile negli spazi pubblici d’uso professionale sono il riflesso di un mondo in costante mutazione e delle necessità dei proprietari di edifici. Lasciando da parte tutti i termini alla moda e le relazioni di tendenza, abbiamo chiesto ad Amy Cuker, direttrice del Down2Earth Interior Design, uno studio di design sito a Filadelfia che esegue progetti di interior design a bassa manutenzione che si caratterizzano per la loro bellezza e sostenibilità, cosa c’è  quest’anno nel suo “radar di tendenze” e in che modo queste ultime possono condizionare i progetti attuali.

Tendenza: l’audacia è bella

Amy: basta guardare i colori dell’anno! Recentemente abbiamo parlato di tutti gli aspetti inerenti al colore Pantone dell’anno: l’Ultra Violet quest’anno sta facendo scalpore.

 

vibia-trends2018-ultaviolet-color

 

Ma non solo quello, c’è anche il colore dell’anno di Benjamin Moore, un rosso acceso chiamato Calido AF-290, mentre Sherwin Williams ha chiamato Oceanside SW 6.496 il colore dell’anno 2018, un profondo azzurro marino.

 

vibia-trends2018-caliente_red

 

vibia-trends2018-blue

 

Questo sgargiante paesaggio del colore è lo sfondo perfetto per decise forme geometriche in bianco lucido e argento.

Tendenza nell’applicazione

Ora, la nostra società sta lavorando nel design della hall di una clinica veterinaria, il cui design dovrà suggerire l’idea dell’uso della conoscenza e di tecnologie all’avanguardia. Dal punto di vista funzionale, il nostro obiettivo è che il design sia duraturo e a bassa manutenzione. Per quanto concerne l’estetica, l’aspetto dovrebbe essere accogliente e atemporale, sfruttando le tendenze che sicuramente dureranno. Quindi, sebbene non seguiamo le tendenze di per sé, la nostra idea dei colori intensi, di cui abbiamo parlato, è quella di un blu reale che si ispira al logo della clinica veterinaria e al collare di uno dei nostri pazienti canini preferiti: Blue.

 

vibia-trends2018-Down2Earth

Fonti di immagine: Down2earth Interior Design and Benjamin Moore

 

Tendenza: Forme organiche ed energia sostenibile

Amy: in contrapposizione con l’accentuato azzurro intenso, opteremo per delle lampade da soffitto che definiranno accoglienti aree con posti a sede all’interno di una sala d’attesa più grande.  In questo senso la forma organica di Ameba e le lampade a sospensione Rhythm Horizontal di Vibia, sono ideali per creare una presenza a livello del soffitto.

Tendenza nell’applicazione

Data la crescente consapevolezza ambientale a livello mondiale e una costante domanda elettrica 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana, in una clinica veterinaria l’efficienza energetica è prioritaria. Come molte delle collezioni di Vibia, Ameba, è dotata di compatte fluorescenti a basso consumo energetico, caratteristica che la rende molto più efficiente rispetto ad altri sistemi d’illuminazione con lampadine alogene o a incandescenza. Inoltre, Ameba è compatibile con sistemi d’attenuazione avanzati, per questo consente di utilizzare una luce che si adatta all’ambiente e all’ora del giorno con minor dispendio di energia.

 

vibia-trends2018-ameba

 

Tendenza: la carta da parati torna alla grande.

Amy: gli adesivi sono più facili che mai da eliminare, per questo i proprietari degli edifici non ci pensano su più di tanto a fare il passo. Dare tregua ai nostri occhi era necessario dopo l’eccesso di carta da parati degli anni settanta, ed eccoci nuovamente pronti a goderci qualche campione, questa volta un po’ più stravagante.

Tendenza nell’applicazione

Per i bagni del nostro progetto di clinica veterinaria, abbiamo preferito una carta da parati che raffigura cani di cartoni animati che corrono all’impazzata. Il campione divertente e movimentato di questa carta da parati si sposa alla perfezione con le applique nitide e minimaliste che rafforzano l’obiettivo del marchio: calorosità e high tech insieme.

 

vibia-trends2018-Down2Earth-icono

 

L’ambiente fisico è ciò che meglio trasmette l’identità personale o del marchio. Non importa come cambiano le tendenze, questo fatto continuerà a essere vero anno dopo anno.