Stories behind: la collezione Halo Jewel

2 aprile, 2020

Come indica il suo nome inglese, la collezione Halo Jewel fa della luce un ornamento prezioso. Il design di Martín Azúa è caratterizzato da uno stile in parte circolare e in parte lineare, delle forme libere sospese nello spazio come un delicato monile appeso a una collana.

Vibia The Edit - Colección Halo Jewel - stories behind
Vibia The Edit - Colección Halo Jewel - stories behind

Azúa ha trovato la sua ispirazione nella pura ed elementare qualità della luce, e ha espresso questo concetto in un design semplice e austero, che fonde materiali e luminosità in una silhouette dalle linee pulite.

“La lampada è definita dal suo rigore”, spiega. “Nient’altro che una linea, un cerchio o un volume che integra al suo interno tutte le componenti. Non ci sono parti esterne, è ridotto all’essenziale”.

Il nome della collezione viene dalla versione circolare – halo, aurea – un simbolo spirituale che ha sedotto Azúa grazie alla sua forma semplice e al fatto che genera una luce rilassante e avvolgente.

Vibia The Edit - Colección Halo Jewel - stories behind
Vibia The Edit - Colección Halo Jewel - stories behind

Gli apparecchi sono fissati al soffitto con un sottile cavo artigianale metallico dalle finiture in oro brillante o nero lucido. L’armatura in acciaio che decora i diffusori LED esalta l’aspetto ornamentale delle lampade, e allo stesso tempo protegge e mette in evidenza le luci minimaliste proprio come in una gioielleria.

Vibia The Edit - Colección Halo Jewel - stories behind
Vibia The Edit - Colección Halo Jewel - stories behind
Vibia The Edit - Colección Halo Jewel - stories behind

Grazie alla sua luce ambientale che non abbaglia, Halo assume una connotazione eterea, si configura come una presenza rilassante ma capace di generare quella che Azúa definisce l’”aura” distintiva di un interno.