La mia scelta: i professionisti del design scelgono le loro lampade da parete preferite

13 gennaio, 2021

Le lampade da parete sono uno degli apparecchi più versatili, infatti servono a molti scopi. Possono fornire un’illuminazione generale della stanza, un’illuminazione focalizzata e, in alcuni casi, fungere anche da elemento di arredamento.

Abbiamo intervistato un gruppo di professionisti del design per scoprire le loro lampade da parete preferite. Nella lista delle principali soluzioni per illuminazione ci sono Top, Puck Wall Art e Halo.

Vibia The Edit - The Epicenter of Light: Introducing Vibia’s Top Collection
Vibia The Edit - My Pick: Wall Lights Top

Elisa Talamona, consulente illuminotecnico di Italamona, ha selezionato Top di Ramos & Bassols. La lampada presenta una coppia di cerchi concentrici che formano un punto focale di luce a LED. Il suo epicentro luminoso pulsa con un bagliore morbido che, circoscritto all’interno dell’anello più grande, conferisce alla luce un aspetto incorniciato nella sua geometria pura.

Vibia The Edit - My Pick: Wall Lights - Elisa Talamona

Talamona ama il suo aspetto “anni ’60 o ’70” e immagina questa lampada in una cucina, in un soggiorno o in una camera da letto. “Nella sua forma e nel design, sembra una luce molto pulita, semplice e diffusa, ma allo stesso tempo elegante”, spiega.

“Dà un tocco di classe a qualsiasi ambiente in cui è installata”.

Vibia The Edit - My Pick: Wall Lights - Puck Wallart

Puck Wall Art è stata la scelta di Ronni Glaser, co-presidente e responsabile del design e delle specifiche presso Illuminations Inc.

Vibia The Edit - Puck Wall Art HD Awards Finalist
Vibia The Edit - Puck Wall Art HD Awards Finalist

Progettata da Jordi Vilardell, presenta due forme sferiche sovrapposte l’una all’altra e ha un semplice design a disco che consente di realizzare composizioni personalizzate da parete. Le sfere appaiono come un’eclissi solare che proietta un tenue bagliore ambientale.

Vibia The Edit - My Pick: Wall Lights - Glaser

Glaser collocherebbe Puck Wall Art in un soggiorno “perché è lo sfondo perfetto per una zona conversazione”, dice.

“Fornisce una bellissima luce indiretta e offusca il confine tra utilità e scultura”.

Vibia The Edit - My Pick: Wall Lights - Puck Wallart

Anche Mark Linklater, capo dell’ufficio acquisti di Livingspace Interiors, ha selezionato Puck Wall Art e dice che la posizionerebbe in una stanza in cui può dominare.

“Trattala come un’opera d’arte, come il fulcro centrale con lo spazio intorno ad essa per incorniciarla”, afferma.

Vibia The Edit - My Pick: Wall Lights - Mark

“Puoi creare una composizione visivamente dinamica in modo che possa essere il fulcro di una parete.”

Vibia - The Edit - Halo Wall - Merging Light and Matter
Halo Wall Light: Merging Light and Matter

Paddy Walshe, progettista illuminotecnico e ingegnere di Dlight, ha scelto Halo di Martín Azúa, caratterizzata da una semplice barra luminosa appoggiata su una base di alluminio. Il suo diffusore rende invisibili i LED incorporati nell’asta, conferendo alla lampada un aspetto etereo mentre inonda le pareti con un’illuminazione sottile.

Vibia - The Edit - Halo Wall - Merging Light and Matter

Disponibile con più strisce di luce, la lampada da parete Halo può essere regolata manualmente in posizione verticale, orizzontale o diagonale.

Walshe posizionerebbe Halo in un ampio spazio a doppia altezza.

Vibia The Edit - My Pick: Wall Lights Top

“Per ottenere il massimo effetto da questo prodotto è importante che sia installato in un’area abbastanza grande da consentire a tutti di vedere di cosa si tratta, ovvero che è un pezzo esclusivo”.