I designer di un bistrot torinese scelgono la lampada a sospensione Palma

I designer di un bistrot torinese scelgono la lampada a sospensione Palma

7 agosto, 2020

La firma italiana Liquido Studio ha recentemente disegnato a Torino una nuova torteria-bistrot, Ogimomo, caratterizzata da uno spazio contemporaneo e confortevole.

Luminoso e solare, il caffè ha una pianta aperta che unisce in modo fluido il banco della pasticceria situato all’ingresso, la sala interna e lo spazio esterno.

Le forti linee geometriche sono bilanciate dal ricorso a materiali naturali, tra cui spiccano le sedie e altri elementi in legno, e il pavimento alla veneziana.

Continuando su questa linea, i progettisti hanno scelto di illuminare gli interni con Palma, disegnata da Antoni Arola per Vibia. L’apparecchio è una rivisitazione della classica lampada sferica ed è costituita da due mezzi globi in vetro opalino soffiato uniti da un cerchio in alluminio – un design organico che richiama la forma leggermente schiacciata della terra.

Vibia - The Edit - Valencia Vaqueta Gastro-mercat
Vibia The Edit - A Turin Bistro With Palma

Il banco della pasticceria è illuminato da una lampada a sospensione Palma disposta lungo un asse metallico orizzontale. Inframmezzata di verde, Palma evoca un giardino pensile coniugando luce e vegetazione come nei paesaggi naturali. La pianta scende delicatamente sui latitrasmettendo ai clienti una sensazione di natura e relax, mentre la lampada emana una luminescenza calda e avvolgente.

Nella sala principale varie Palma a una o due sfere, sospese verticalmente, sembrano fluttuare nell’aria come bolle. Una accoglie della vegetazione che rimanda alle piantine al centro dei tavoli creando una specie di giardino interno. Il pattern cromatico di Palma richiama anche la palette bianca e nera del pavimento.