Ecco a voi la collezione Sticks: lighting toolkit per spazi sconfinati

5 novembre, 2020

Disegnata da Arik Levy, la collezione Sticks si basa sull’innovativa idea di fondere tecnologia, spazio e architettura tramite la luce.

Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces
Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces

Minimaliste barre di alluminio che connettono una parete a un’altra parete, il pavimento a una parete, una parete al soffitto o il soffitto allo spazio. “È l’unico sistema di illuminazione che abbraccia tutti i parametri architettonici”, spiega Levy.

Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces

L’idea alla base del design di Levy è generare e disarticolare piani tramite delle forme luminose che offrono infinite possibilità e aprono spazi sconfinati. Le aste misurano da 1,5 a 3 metri ciascuna e possono essere collegate a differenti angoli per una lunghezza massima di 6,5 metri.

Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces
Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces

Le aste possono ruotare sul proprio asse, consentendo di orientare l’illuminazione a piacere, e rappresentano un kit di strumenti personalizzabili per integrare elementi luminosi in un interno. Levy paragona Sticks a un raggio laser regolabile “che si adatta all’utente invece di costringere l’utente ad adattarsi al sistema”.

Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces

Perfetta sia per interni commerciali che residenziali, la collezione crea e definisce uno spazio tramite le sue configurazioni personalizzabili. Di seguito alcuni suggestivi esempi dell’uso di Sticks in vari ambienti.

In un atrio a planimetria aperta, due lampade Sticks sono disposte in una composizione asimmetrica simile a una corona fluttuante. Le loro linee sottili tracciano un’elegante geometria che unisce il soffitto a doppia altezza alle pareti e allo spazio sottostante.

Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces
Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces

Sticks collega con una linea frastagliata le due pareti di un lungo corridoio, illuminandolo su entrambi i lati e accentuando l’interesse visivo dei suoi muri spogli.

Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces
Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces

In questo ristorante Sticks assume una configurazione audace. Un’asta fissata in verticale alla parete è connessa a un’altra che si protende orizzontalmente nello spazio. Il nitido angolo retto delimita e illumina ogni tavolo, conferendo al contempo un accento ardito all’ambiente sobrio.

In una camera da letto troviamo un apparecchio in due pezzi che svolge una duplica funzione: lampada da lettura e illuminazione ambientale a soffitto. Il suo lungo braccio superiore si estende nello spazio della stanza come un’installazione d’arte astratta che strizza l’occhio al quadro alla sua sinistra.

Vibia The Edit - Introducing the Sticks collection - Boundless Spaces

Sticks illumina lo spazio e modifica la percezione della luce e del modo in cui un apparecchio si comporta nello spazio stesso”, dice Levy. “È più simile a una scultura che a un elemento elettrico”.